Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Lodinotizie.it Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Lodinotizie.it Tue, 24 Nov 2020 19:10:25 +0100 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.netwww.comunicati.net/utenti/12098/1 Dpcm, dichiarazione Sindaco Sara Casanova Thu, 05 Nov 2020 15:55:48 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671459.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671459.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Lodi – Dpcm, dichiarazione Sindaco Sara Casanova: “È purtroppo ufficiale: la Lombardia è in zona rossa. La firma sull’Ordinanza che ha stabilito a quale fascia di rischio appartengono le varie regioni è quella del Ministro della Salute. Di questa decisione purtroppo siamo stati avvertiti solo ieri sera, dopo che per tutto il giorno siamo stati tempestati dalle telefonate di concittadini, giustamente confusi e arrabbiati, in cerca di spiegazioni. È un momento difficile e frustrante per tutti, ma questi sentimenti non devono prevalere. Bisogna rimboccarsi le maniche. Sono pronta a battermi su tutti i tavoli istituzionali per far valere le ragioni del Lodigiano, una terra che è già stata mortificata e che merita per i suoi sacrifici di essere aiutata a rialzarsi. A voi, cari lodigiani, chiedo di essere forti e di non perdere la speranza. Se vogliamo superare questa nuova crisi, ciascuno deve continuare a fare la propria parte. Sono al vostro fianco e continuerò a lottare con voi”.

The post Dpcm, dichiarazione Sindaco Sara Casanova appeared first on .

]]>
Dpcm, dichiarazione Sindaco Sara Casanova Thu, 05 Nov 2020 15:55:48 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671515.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671515.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Lodi – Dpcm, dichiarazione Sindaco Sara Casanova: “È purtroppo ufficiale: la Lombardia è in zona rossa. La firma sull’Ordinanza che ha stabilito a quale fascia di rischio appartengono le varie regioni è quella del Ministro della Salute. Di questa decisione purtroppo siamo stati avvertiti solo ieri sera, dopo che per tutto il giorno siamo stati tempestati dalle telefonate di concittadini, giustamente confusi e arrabbiati, in cerca di spiegazioni. È un momento difficile e frustrante per tutti, ma questi sentimenti non devono prevalere. Bisogna rimboccarsi le maniche. Sono pronta a battermi su tutti i tavoli istituzionali per far valere le ragioni del Lodigiano, una terra che è già stata mortificata e che merita per i suoi sacrifici di essere aiutata a rialzarsi. A voi, cari lodigiani, chiedo di essere forti e di non perdere la speranza. Se vogliamo superare questa nuova crisi, ciascuno deve continuare a fare la propria parte. Sono al vostro fianco e continuerò a lottare con voi”.

The post Dpcm, dichiarazione Sindaco Sara Casanova appeared first on .

]]>
S.Angelo. Spedizione punitiva ed estorsione, sei denunciati Thu, 05 Nov 2020 15:04:40 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671381.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671381.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Sant’Angelo Lodigiano – I Carabinieri al termine di un’attività d’indagine, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Lodi sei cittadini stranieri, tutti di etnia “rom”, in parte ospiti presso la cascina Belfuggito e in parte provenienti dalla limitrofa provincia pavese, perché resisi responsabili di una brutale aggressione fisica  nei confronti di una coppia di loro connazionali e conoscenti.

Il gravissimo episodio di violenza gratuita ha avuto luogo il primo pomeriggio del 29 ottobre a Sant’Angelo Lodigiano, dove il “branco” ha raggiunto il 44enne C.V. e la moglie 29enne B.E., rivolgendogli una richiesta estorsiva per continuare a vivere in quel comune. Fatto sta che, al diniego dell’uomo di sottostare al ricatto, è scattata una spedizione punitiva, composta da sei persone, che si sono accanite contro C.V. a calci e pugni provocandogli la deformità degli zigomi, un edema all’occhio destro e la deformità del naso. Le indagini dei carabinieri, scattate subito dopo aver ricevuto la denuncia di aggressione, si sono immediatamente indirizzate verso alcuni abitanti alla Belfuggito, questo grazie alle indicazioni fornite dalla parte offesa ma, soprattutto, in ragione dell’ottima conoscenza che i militari di Sant’Angelo hanno del territorio e dei soggetti, per così dire, a “maggior rischio”. In poco tempo sono quindi riusciti a raccogliere precisi elementi probatori che hanno consentito di formulare inconfutabili accuse contro sei pregiudicati rumeni, identificati come gli aggressori, ovvero, il 45enne S.G di Chignolo Po, il 33enne S.D. di Villanterio, il 23enne M.M. di Sant’Angelo L.no, il 26enne I.M. senza fissa dimora, il 18enne V.L. di Sant’Angelo L.no e il 21enne D.M. anch’esso, come gli altri di Sant’Angelo, domiciliato nella cascina Belfuggito, a carico dei quali pende la grave accusa di concorso in estorsione e di lesioni personali aggravate.

The post S.Angelo. Spedizione punitiva ed estorsione, sei denunciati appeared first on .

]]>
S.Angelo. Spedizione punitiva ed estorsione, sei denunciati Thu, 05 Nov 2020 15:04:40 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671467.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671467.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Sant’Angelo Lodigiano – I Carabinieri al termine di un’attività d’indagine, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Lodi sei cittadini stranieri, tutti di etnia “rom”, in parte ospiti presso la cascina Belfuggito e in parte provenienti dalla limitrofa provincia pavese, perché resisi responsabili di una brutale aggressione fisica  nei confronti di una coppia di loro connazionali e conoscenti.

Il gravissimo episodio di violenza gratuita ha avuto luogo il primo pomeriggio del 29 ottobre a Sant’Angelo Lodigiano, dove il “branco” ha raggiunto il 44enne C.V. e la moglie 29enne B.E., rivolgendogli una richiesta estorsiva per continuare a vivere in quel comune. Fatto sta che, al diniego dell’uomo di sottostare al ricatto, è scattata una spedizione punitiva, composta da sei persone, che si sono accanite contro C.V. a calci e pugni provocandogli la deformità degli zigomi, un edema all’occhio destro e la deformità del naso. Le indagini dei carabinieri, scattate subito dopo aver ricevuto la denuncia di aggressione, si sono immediatamente indirizzate verso alcuni abitanti alla Belfuggito, questo grazie alle indicazioni fornite dalla parte offesa ma, soprattutto, in ragione dell’ottima conoscenza che i militari di Sant’Angelo hanno del territorio e dei soggetti, per così dire, a “maggior rischio”. In poco tempo sono quindi riusciti a raccogliere precisi elementi probatori che hanno consentito di formulare inconfutabili accuse contro sei pregiudicati rumeni, identificati come gli aggressori, ovvero, il 45enne S.G di Chignolo Po, il 33enne S.D. di Villanterio, il 23enne M.M. di Sant’Angelo L.no, il 26enne I.M. senza fissa dimora, il 18enne V.L. di Sant’Angelo L.no e il 21enne D.M. anch’esso, come gli altri di Sant’Angelo, domiciliato nella cascina Belfuggito, a carico dei quali pende la grave accusa di concorso in estorsione e di lesioni personali aggravate.

The post S.Angelo. Spedizione punitiva ed estorsione, sei denunciati appeared first on .

]]>
Sindaci Lega del Lodigiano: «Un altro lockdown da un punto di vista economico e sociale è inaccettabile» Thu, 05 Nov 2020 14:54:12 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671470.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671470.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Lodi, 5 Novembre – “Un altro lockdown per il lodigiano – da un punto di vista economico e sociale – è inaccettabile”. 
Lo dichiarano i sindaci della Lega della Provincia di Lodi. 
“Oggi – non possiamo essere paragonati ad altre zone d’Italia fortemente investite dal Covid nella misura in cui noi lo siamo stati a Marzo ed Aprile. Questa, da parte del Governo, risulta essere un’evidente forma di accanimento nei confronti di un territorio che ha già pagato tanto e noi, in qualità di sindaci non possiamo accettarlo in maniera passiva. I nostri cittadini, i nostri artigiani, i nostri commercianti, i nostri imprenditori hanno già dato tanto, troppo. Il loro esempio ed il loro senso di responsabilità dimostrati nel rispettare silenziosamente ogni norma ed ogni imposizione, anziché essere riconosciuti, vengono in questo modo mortificati e resi vani. Ci troviamo nella situazione in cui il lodigiano risulterebbe essere l’unica realtà territoriale a pagare 2 volte un prezzo altissimo. Da parte nostra, è inaccettabile e, con queste parole siamo assolutamente certi di intercettare e rappresentare il pensiero di tanti altri sindaci” 

The post Sindaci Lega del Lodigiano: «Un altro lockdown da un punto di vista economico e sociale è inaccettabile» appeared first on .

]]>
Sindaci Lega del Lodigiano: «Un altro lockdown da un punto di vista economico e sociale è inaccettabile» Thu, 05 Nov 2020 14:54:12 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671524.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671524.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Lodi, 5 Novembre – “Un altro lockdown per il lodigiano – da un punto di vista economico e sociale – è inaccettabile”. 
Lo dichiarano i sindaci della Lega della Provincia di Lodi. 
“Oggi – non possiamo essere paragonati ad altre zone d’Italia fortemente investite dal Covid nella misura in cui noi lo siamo stati a Marzo ed Aprile. Questa, da parte del Governo, risulta essere un’evidente forma di accanimento nei confronti di un territorio che ha già pagato tanto e noi, in qualità di sindaci non possiamo accettarlo in maniera passiva. I nostri cittadini, i nostri artigiani, i nostri commercianti, i nostri imprenditori hanno già dato tanto, troppo. Il loro esempio ed il loro senso di responsabilità dimostrati nel rispettare silenziosamente ogni norma ed ogni imposizione, anziché essere riconosciuti, vengono in questo modo mortificati e resi vani. Ci troviamo nella situazione in cui il lodigiano risulterebbe essere l’unica realtà territoriale a pagare 2 volte un prezzo altissimo. Da parte nostra, è inaccettabile e, con queste parole siamo assolutamente certi di intercettare e rappresentare il pensiero di tanti altri sindaci” 

The post Sindaci Lega del Lodigiano: «Un altro lockdown da un punto di vista economico e sociale è inaccettabile» appeared first on .

]]>
VIDEO – Fontana: “Stop fake news, ordinanza ministro non prevede deroghe per almeno due settimane” Thu, 05 Nov 2020 12:08:00 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671526.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671526.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it
“Si stanno diffondendo da questa mattina notizie false che creano confusione che provoca sicuramente uno stato di incertezza e agitazione nei cittadini lombardi, del quale sicuramente non hanno bisogno”.   Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, incontrando la stampa a Palazzo Lombardia.  
“L’ordinanza firmata ieri dal ministro Speranza – ha aggiunto – ha decretato la zona rossa su tutto il territorio regionale, senza alcuna possibilità di deroga. Solo successivamente, dopo almeno due settimane, sulla scorta dell’evoluzione della situazione è possibile per i presidente di Regione chiedere delle misure di allentamento per determinati territori. Questa interpretazione del Dpcm mi è stata confermata ieri al telefono dallo stesso ministro”.   “Colgo questa occasione – ha concluso Fontana – per dire ai cittadini lombardi che già hanno fatto dei grandi sacrifici, che dobbiamo ancora tenere duro per un po’. Agli imprenditori che subiranno un altro duro colpo dal lockdown delle loro attività garantisco che non arretrerò di un passo finché il governo non avrà erogato le risorse promesse ed effettuato i ristori. Soprattutto voglio ringraziare anche tutto il personale sanitario su cui ancora una volta pesa il lavoro più faticoso”.

The post VIDEO – Fontana: “Stop fake news, ordinanza ministro non prevede deroghe per almeno due settimane” appeared first on .

]]>
Lodi. Nuovi abbonamenti mensili per il parcheggio a pagamento di Piazzale Forni Wed, 04 Nov 2020 19:09:52 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671474.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671474.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it A partire dal mese di dicembre sarà possibile utilizzare gli stalli in striscia blu del parcheggio di piazzale Forni, anche con abbonamento mensile del valore di 30 euro. La nuova tariffa, valida per cinque giorni settimanali, da lunedì a venerdì, si affianca a quelle orarie già in vigore.

La Giunta comunale, con delibera n.137 del 28.10.2020, ha infatti istituito 50 abbonamenti in spazi non garantiti su 151 stalli a pagamento presenti nell’area di piazzale Forni, applicando una misura prevista all’interno della convenzione che nel 2018 il Comune ha stipulato con Line S.p.A. per il servizio di gestione ed organizzazione delle aree di sosta a rotazione con pagamento.

Gli abbonamenti saranno erogati direttamente dai parcometri di piazzale Forni che, potendo al momento autorizzare transazioni del valore massimo di 25 euro, nel mese di dicembre consentiranno l’acquisto del mensile in due tranche del valore di 15 euro ciascuna. Dall’inizio del prossimo anno, sulla scorta di una probabile modifica della normativa in vigore, la soglia verrà innalzata a 50 euro, così da rendere possibile l’acquisto del titolo in unica soluzione.

The post Lodi. Nuovi abbonamenti mensili per il parcheggio a pagamento di Piazzale Forni appeared first on .

]]>
Violazione norme DPCM, chiuso bar di Salerano Wed, 04 Nov 2020 18:47:43 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671385.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671385.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it E’ stato notificato in data odierna il provvedimento di chiusura del Bar “Il Vecchio Ponte Cafè” di Salerano sul Lambro adottato dal Prefetto di Lodi per violazioni inerenti le disposizioni per il contenimento del Covid-19 previste dal DPCM del 24 ottobre scorso a seguito dei controlli effettuati dal Nucleo operativo della Guardia di Finanza di Lodi.

Dall’entrata in vigore delle ultime disposizioni governative, si tratta del quinto locale in Provincia per il quale la Prefettura ha adottato la sospensione per cinque giorni dell’attività.

In tutta la provincia, nel periodo dal 24 ottobre al 3 novembre, sono stati controllati dalle Forze dell’Ordine e dalle Polizie locali 1506 persone, di cui 11 sanzionate, e 153 esercizi commerciali.  

The post Violazione norme DPCM, chiuso bar di Salerano appeared first on .

]]>
Violazione norme DPCM, chiuso bar di Salerano Wed, 04 Nov 2020 18:47:43 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671478.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671478.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it E’ stato notificato in data odierna il provvedimento di chiusura del Bar “Il Vecchio Ponte Cafè” di Salerano sul Lambro adottato dal Prefetto di Lodi per violazioni inerenti le disposizioni per il contenimento del Covid-19 previste dal DPCM del 24 ottobre scorso a seguito dei controlli effettuati dal Nucleo operativo della Guardia di Finanza di Lodi.

Dall’entrata in vigore delle ultime disposizioni governative, si tratta del quinto locale in Provincia per il quale la Prefettura ha adottato la sospensione per cinque giorni dell’attività.

In tutta la provincia, nel periodo dal 24 ottobre al 3 novembre, sono stati controllati dalle Forze dell’Ordine e dalle Polizie locali 1506 persone, di cui 11 sanzionate, e 153 esercizi commerciali.  

The post Violazione norme DPCM, chiuso bar di Salerano appeared first on .

]]>
Fondi Covid: interdittiva antimafia per una società con sede a Lodi Tue, 03 Nov 2020 13:31:57 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671393.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671393.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Lodi – Nella giornata del 29 ottobre il Prefetto Marcello Cardona ha adottato una interdittiva antimafia nell’ambito dei controlli sulla destinazione dei fondi statali e sulle richieste di finanziamento delle imprese a seguito dell’emergenza Covid-19.

L’interdittiva antimafia è il provvedimento amministrativo del Prefetto che si pone l’obiettivo di tutelare l’economia da infiltrazioni della criminalità organizzata e produce l’effetto di escludere l’imprenditore da contratti con la Pubblica Amministrazione (Ndr).

Si tratta della società “NEURONIAGRARI S.r.l.”, con sede a Lodi e operante nell’ambito della distribuzione di prodotti agricoli e alimentari di propria produzione, direttamente collegata con l’azienda già colpita dall’interdittiva del 14 ottobre scorso, la “NEURONISPORTIVI S.r.l.”.

A seguito del primo provvedimento le verifiche e gli approfondimenti del Gruppo Interforze della Prefettura di Lodi hanno riguardato la predetta società “satellite”, che aveva anch’essa avanzato richieste di finanziamenti pubblici per un valore complessivo di circa 350.000 euro ed era direttamente connessa con la precedente per la medesima compagine societaria e sede.

L’attività del Gruppo Interforze ha permesso di individuare elementi di condizionamento da parte di soggetti riconducibili, per parentele e interessi economici e per frequentazioni, alla criminalità organizzata calabrese.

Sulla scia della direttiva del Ministro Lamorgese dello scorso 10 aprile tesa a prevenire infiltrazioni della criminalità nell’ambito dei fondi destinati alle attività economiche gravemente colpite dalla pandemia, prosegue la mirata attività di verifica della Prefettura.

The post Fondi Covid: interdittiva antimafia per una società con sede a Lodi appeared first on .

]]>
Fondi Covid: interdittiva antimafia per una società con sede a Lodi Tue, 03 Nov 2020 13:31:57 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671485.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671485.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Lodi – Nella giornata del 29 ottobre il Prefetto Marcello Cardona ha adottato una interdittiva antimafia nell’ambito dei controlli sulla destinazione dei fondi statali e sulle richieste di finanziamento delle imprese a seguito dell’emergenza Covid-19.

L’interdittiva antimafia è il provvedimento amministrativo del Prefetto che si pone l’obiettivo di tutelare l’economia da infiltrazioni della criminalità organizzata e produce l’effetto di escludere l’imprenditore da contratti con la Pubblica Amministrazione (Ndr).

Si tratta della società “NEURONIAGRARI S.r.l.”, con sede a Lodi e operante nell’ambito della distribuzione di prodotti agricoli e alimentari di propria produzione, direttamente collegata con l’azienda già colpita dall’interdittiva del 14 ottobre scorso, la “NEURONISPORTIVI S.r.l.”.

A seguito del primo provvedimento le verifiche e gli approfondimenti del Gruppo Interforze della Prefettura di Lodi hanno riguardato la predetta società “satellite”, che aveva anch’essa avanzato richieste di finanziamenti pubblici per un valore complessivo di circa 350.000 euro ed era direttamente connessa con la precedente per la medesima compagine societaria e sede.

L’attività del Gruppo Interforze ha permesso di individuare elementi di condizionamento da parte di soggetti riconducibili, per parentele e interessi economici e per frequentazioni, alla criminalità organizzata calabrese.

Sulla scia della direttiva del Ministro Lamorgese dello scorso 10 aprile tesa a prevenire infiltrazioni della criminalità nell’ambito dei fondi destinati alle attività economiche gravemente colpite dalla pandemia, prosegue la mirata attività di verifica della Prefettura.

The post Fondi Covid: interdittiva antimafia per una società con sede a Lodi appeared first on .

]]>
Ruote Libere: “La rinuncia delle lezioni in presenze rappresenta il fallimento delle politiche del ministro De Micheli” Tue, 03 Nov 2020 10:00:17 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671528.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671528.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it “L’introduzione della Didattica a distanza al 100% alle scuole superiori, annunciata oggi dal premier Conte in Parlamento, rappresenta il flop non tanto delle politiche messe in campo dal ministro dell’Istruzione, quanto il completo fallimento delle strategie pensate per il trasporto pubblico dal ministro dei Trasporti. Perchè una cosa deve essere chiara a tutti: i ragazzi italiani non potranno più svolgere lezioni in classe non per problemi legati a contagi in aula, dove tutto sommato le regole del distanziamento vengono rispettate, ma per l’assoluta incapacità di gestire il trasporto scolastico. La Ministro De Micheli a settembre, oltre alla barzelletta dei finestrini delle corriere aperti, aveva annunciato controlli rigidi in salita e discesa dai bus e mezzi pieni non oltre l’80%. Promesse che le foto scattate in queste settimane, con bus strapieni e ragazzi accalcati in piedi, hanno drammaticamente smentito”. A parlare è Cinzia Franchini, portavoce di Ruote Libere, raggruppamento di imprenditori dell’autotrasporto. “Il Governo ha avuto 8 mesi, cioè dalla chiusura delle scuole a marzo per il primo lockdown, per pensare a soluzioni che consentissero ai ragazzi di poter raggiungere la scuola senza essere stipati sui bus – continua Cinzia Franchini -. Ebbene, nulla è stato fatto e il risultato è la resa pronunciata oggi dal premier. Il Governo si è arreso e ha annunciato la fine della didattica in presenza dopo averne ribadito in tutti modi l’importanza e a pagare il prezzo di questa bandiera bianca sono i ragazzi che scrupolosamente hanno rispetto le regole con mascherine e distanziamento in aula. Contemporaneamente, sempre oggi, l’annuncio beffa di Giuseppe Conte sull’obbligo di capienza massima non superiore al 50% sui mezzi pubblici, un obbligo che appunto viene interamente scaricato sulla pelle degli studenti. E’ evidente che se gli studenti non andranno a scuola, i mezzi saranno vuoti. Ma questa non può essere una soluzione. Il non sovraffollamento delle corriere non era ottenibile con decreto, era evidente, servivano investimenti veri, potenziamento delle flotte e nuove regole legate alla mobilità urbana. Così non è stato fatto, si sono persi mesi interrogandosi sulla pagliuzza rappresentata dai monopattini elettrici e dai bonus collegati e ci si è dimenticati della trave che stava, colpevolmente, per piombare sulla scuola italiana”.

The post Ruote Libere: “La rinuncia delle lezioni in presenze rappresenta il fallimento delle politiche del ministro De Micheli” appeared first on .

]]>
Regione Lombardia finanzia per oltre 56 mila euro le Società sportive dilettantistiche Lodigiane Tue, 03 Nov 2020 09:56:38 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671490.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671490.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Lodi – Sono nove la società sportive dilettantistiche lodigiane finanziate da Regione Lombardia con un importo complessivo di 56.276 euro grazie al bando “È di nuovo sport”. 

“In particolare, – spiega il consigliere Regionale Selene Pravettoni– Codogno Baseball ’67 sarà finanziata con 3.125,00 euro, l’Asd Polisportiva Fulgor Lodi Vecchio con 8.000 euro, Gs Azzurra con 6.000 euro, Somaglia  con 6.000 euro, Club Wasken Boys Asd con 3.151,00 euro, Robur et Fides  con 8.000 euro, Asd Volley Marudo Lodi  con 8.000 euro, Volley Codogno con 2002 Lodi 8.000 euro e Asd Compagnia Arcieri Lodigiani 6.000 euro”.

“Il bando Regionale, rinnovato rispetto agli anni precedenti, ha raddoppiando la dotazione finanziaria a disposizione della società sportive lombarde passando da 1,6 milioni a 3,7 milioni del 2020, grazie anche al contributo di 1 milione da parte di Fondazione Cariplo.

Nell’edizione 2020 saranno comprese sia le spese ordinarie sostenute dalle società sportive che quelle legate all’emergenza sanitaria. Il contributo concesso sarà pari al massimo al 70% delle spese ammissibili”.

“Una misura questa – conclude Pravettoni – che potrà aiutare il mondo dello sport, duramente colpito dal lockdown a ripartire. Anche le associazioni e le società sportive dilettantistiche lodigiane hanno, infatti, dovuto sostenere numerose spese di carattere ordinario durante il periodo di sospensione imposto dal Covid. 

L‘auspicio è che possano al più presto tornare pienamente operative, soprattutto perché il ruolo sociale educativo e inclusivo dello sport, non può di certo essere sostituito dal gioco online”.

The post Regione Lombardia finanzia per oltre 56 mila euro le Società sportive dilettantistiche Lodigiane appeared first on .

]]>
Cavenago. Ladro di biciclette finisce in carcere Tue, 03 Nov 2020 09:53:18 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671401.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671401.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it I carabinieri di Cavenago D’Adda, hanno arrestato T.R., pregiudicato 40enne del luogo, in esecuzione all’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Lodi, che ha sostituito la doppia misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza e della presentazione alla p.g., cui era sottoposto.  

L’aggravio delle misure coercitive in atto è scaturito dalle plurime condotte omissive delle misure di prevenzione che gravavano a carico del soggetto, che nel tempo ha più volte disatteso il divieto di ritorno nei comuni di Milano, Lodi e Melegnano, solo per citarne alcuni, ove si era reso responsabile di numerosi reati predatori, prevalentemente furti di bicicletta. Queste sue mancanze gli erano già costate un primo inasprimento e, oltre all’obbligo di dimora nel comune di residenza, gli era stato appunto comminato anche quello di presentarsi ai carabinieri competenti per territorio. T.R. ha pensato bene, però, di disattendere anche questa ulteriore restrizione, motivo per il quale i carabinieri di Cavenago d’Adda non hanno potuto fare altro che segnalarlo alla magistratura, che ha così deciso di mettere momentaneamente fine alla sequela di trasgressioni ordinando la traduzione in carcere a Lodi, dove T.R. è stato associato al termine delle previste formalità.

The post Cavenago. Ladro di biciclette finisce in carcere appeared first on .

]]>
Cavenago. Ladro di biciclette finisce in carcere Tue, 03 Nov 2020 09:53:18 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671497.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671497.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it I carabinieri di Cavenago D’Adda, hanno arrestato T.R., pregiudicato 40enne del luogo, in esecuzione all’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Lodi, che ha sostituito la doppia misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza e della presentazione alla p.g., cui era sottoposto.  

L’aggravio delle misure coercitive in atto è scaturito dalle plurime condotte omissive delle misure di prevenzione che gravavano a carico del soggetto, che nel tempo ha più volte disatteso il divieto di ritorno nei comuni di Milano, Lodi e Melegnano, solo per citarne alcuni, ove si era reso responsabile di numerosi reati predatori, prevalentemente furti di bicicletta. Queste sue mancanze gli erano già costate un primo inasprimento e, oltre all’obbligo di dimora nel comune di residenza, gli era stato appunto comminato anche quello di presentarsi ai carabinieri competenti per territorio. T.R. ha pensato bene, però, di disattendere anche questa ulteriore restrizione, motivo per il quale i carabinieri di Cavenago d’Adda non hanno potuto fare altro che segnalarlo alla magistratura, che ha così deciso di mettere momentaneamente fine alla sequela di trasgressioni ordinando la traduzione in carcere a Lodi, dove T.R. è stato associato al termine delle previste formalità.

The post Cavenago. Ladro di biciclette finisce in carcere appeared first on .

]]>
Al via tamponi rapidi per scuole, pronto soccorso, possibilità anche per ambulatori e farmacie Sat, 31 Oct 2020 17:49:16 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671536.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671536.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it “Da lunedì i tamponi rapidi antigenici inizieranno ad essere utilizzati 
dalle ATS e ASST della Lombardia in determinati ambienti pubblici e successivamente, grazie ad una delibera che sarà presentata in Giunta martedì 3 novembre, saranno forniti a medici e pediatri di famiglia che daranno la disponibilità. Queste tipologie di test consentono una rapida definizione dell’esito e sono quindi molto importanti per l’individuazione dei possibili casi Covid in diversi ambiti”. 
 
Lo annuncia il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, a seguito della riunione con tutte le direzioni strategiche delle ATS e delle ASST della Lombardia avvenuta ieri. L’utilizzo dei test antigenici rapidi sarà disciplinato attraverso un apposito provvedimento iscritto all’ordine del giorno della prossima Giunta regionale. 
 
“I tamponi antigenici rapidi – spiega l’assessore al Welfare Giulio Gallera – saranno resi disponibili per medici e pediatri di famiglia, per le USCA che effettuano test a domicilio su indicazione del medico, o in determinate collettività, nel settore scolastico, nelle unità d’offerta residenziali e semiresidenziali, nei Pronto Soccorso, negli istituti penitenziari per una rapida definizione dei casi positivi e dei contatti stretti”. 
 
I test antigenici intercettano specifiche porzioni proteiche presenti sulla superficie virale del Sars-Cov-2. 
 
“Viene disciplinato l’utilizzo del tampone antigenico – aggiunge  Gallera – anche al di fuori dei percorsi di sanità pubblica. I medici potranno eseguire i test rapidi in centri e ambulatori privati, oppure nelle farmacie dei servizi purché venga garantita la segnalazione degli esiti all’ATS e fornite le opportune informazioni sulla quarantena o sull’isolamento in caso di positività, oltre alla prenotazione del tampone molecolare di conferma senza costi o procedure aggiuntive per il cittadino.
Analoghe prescrizioni valgono in caso di effettuazione dei test da parte del medico in ambito aziendale”. 
 
“Le nostre ATS e ASST – conclude Gallera – in raccordo con i Comuni e avvalendosi in alcuni casi della collaborazione con la sanità militare, hanno predisposto progetti specifici che prevedono l’allestimento di punti tamponi sul territorio”. (LNews)

The post Al via tamponi rapidi per scuole, pronto soccorso, possibilità anche per ambulatori e farmacie appeared first on .

]]>
Ognissanti, lettera del Sindaco alla cittadinanza Sat, 31 Oct 2020 17:41:40 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671509.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671509.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Carissimi cittadini,

con l’avvicinarsi delle celebrazioni per la solennità di Ognissanti e la Commemorazione dei defunti che si terranno nei nostri cimiteri, considerando la delicata situazione emergenziale che la città sta affrontando, come Sindaco di Lodi, mi rivolgo a Voi per invitare a una partecipazione ordinata e rispettosa delle disposizioni per il contenimento del contagio da Covid-19.

Ricordo quindi l’obbligo di evitare assembramenti, di mantenere il distanziamento di almeno un metro dalle altre persone e di utilizzare la mascherina o altre coperture a protezione di naso e bocca.

Faccio appello al buon senso e alla responsabilità di ciascuno, affinché a tutti sia consentito di far visita ai propri cari defunti in condizioni di sicurezza, certa della collaborazione che vorrete accordare. 

Un caro saluto a Voi e un ricordo per tutti i nostri defunti, in special modo le tante vittime della pandemia.

Sara Casanova
Sindaco di Lodi

The post Ognissanti, lettera del Sindaco alla cittadinanza appeared first on .

]]>
Commemorazione dei defunti e delle vittime della pandemia, l’intervento del sindaco Fri, 30 Oct 2020 18:22:15 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671408.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671408.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Prendiamo tempo, per fermarci a pensare e a ricordare. Abbiamo bisogno di farlo, perché la strada su cui era incamminata con fiducia la nostra comunità ha subito una brusca deviazione.

Vite spezzate, senza il conforto dell’ultimo saluto, famiglie che hanno dovuto affrontare il dolore della perdita e la fatica di ricominciare: questa è stata la pandemia a Lodi.

Il vuoto e il lutto hanno toccato le nostre esistenze, lasciando un segno indelebile, e oggi, di nuovo, siamo chiamati ad affrontare una complessa situazione emergenziale.

La preoccupazione per le persone a cui vogliamo bene e per il futuro che ci attende non mancano, ma adesso prendiamoci del tempo, dedichiamolo, con un pensiero, con una preghiera, una visita al cimitero, alle persone care che ci hanno lasciato e rimaniamo vicino a chi sta soffrendo.

L’Amministrazione parteciperà a questo momento di ricordo, donando una corona che deporrò al Cimitero Maggiore per i nostri defunti e per tutte le vittime della pandemia.

Avremmo voluto fare di più. Ci sarebbe piaciuto far risuonare nella Cattedrale di Lodi, con la collaborazione della Diocesi, la musica e le splendide voci dell’Orchestra e del Coro dell’Accademia concertante d’Archi di Milano, per l’esecuzione della Messa di Requiem di Mozart. Considerando la delicatezza del momento, abbiamo però ritenuto opportuno rinviare l’evento, con l’impegno di riproporlo non appena le condizioni lo consentiranno, perché crediamo fortemente nella necessità di onorare la memoria, con gesti che uniscano la comunità e la sostengano nel guardare oltre le difficoltà.

La strada della ripartenza è in salita. Va percorsa con coraggio e tenacia, seguendo l’esempio di tanti uomini e donne che si sono sacrificati per servire la nostra terra lodigiana ferita. Sono questi i valori che oggi devono ispirare ciascuno di noi, perché possiamo tornare a guardare con determinazione e speranza al futuro.

Sara Casanova
Sindaco di Lodi

The post Commemorazione dei defunti e delle vittime della pandemia, l’intervento del sindaco appeared first on .

]]>
Lodi. Primaria Pascoli, sospeso trasporto scolastico in seguito a un caso positivo al Covid-19 Fri, 30 Oct 2020 18:05:05 +0100 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671418.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/671418.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Primaria Pascoli: sospeso da oggi il trasporto scolastico in seguito a segnalazione di un caso positivo al Covid-19 tra gli utenti del servizio

A partire da oggi, 30 ottobre, per circa 14 giorni, è sospeso il trasporto scolastico per i bambini che frequentano la primaria Pascoli e usufruiscono della Linea 2. Al Comune di Lodi è infatti pervenuta da parte di una famiglia la segnalazione di positività al Covid-19 di un minore iscritto al servizio. Rimarrà invece attiva la Linea 2 per la scuola dell’infanzia.

L’istituto ha inoltre comunicato che nella stessa classe dell’alunno positivo è iscritto un compagno risultato anch’esso positivo, ma non iscritto al servizio scuolabus.

La gestione del trasporto scolastico comunale è organizzata secondo le Linee guida allegate al Dpcm del 7 settembre 2020 che prevedono il riempimento dei mezzi fino all’80% dei posti disponibili e la possibilità di raggiungere la capienza del 100% per un massimo di 15 minuti. Gli scuolabus vengono quotidianamente igienizzati e sanificati e, a maggior tutela degli utenti, il Comune ha introdotto ulteriori misure di prevenzioni: l’igienizzazione delle mani e la misurazione della temperatura corporea dei bambini, rilevata da parte degli assistenti di viaggio, prima della salita sul mezzo.

L’itinerario della Linea 2 si articola in 11 fermate all’andata (casa-scuola) e 12 al ritorno (scuola-casa) e si sviluppa all’interno del quartiere San Bernardo, toccando anche viale Rimembranze, corso Mazzini e la frazione Olmo. Lo scuolabus di linea accoglie fino a 34 bambini su 36 posti disponibili nei 15 minuti in cui il può viaggiare a capienza piena del 100%. Trascorsi 15 minuti prosegue con un coefficiente di riempimento del mezzo pari a circa il 45%, rispetto al limite dell’80% previsto, quindi nel pieno rispetto dei parametri.

“Il Comune di Lodi ha inviato nei giorni scorsi una lettera a tutte le famiglie che usufruiscono dei servizi scolastici accessori, chiedendo di dare comunicazione all’Ufficio Istruzione qualora venissero accertati casi di positività al tampone per il Covid-19. La prontezza con cui il genitore del minore che frequenta la primaria Pascoli ci ha segnalo la sua particolare situazione, ci ha permesso di sospendere tempestivamente il servizio di trasporto e di avvisare tutte le famiglie interessate che dovranno sottoporre i propri figli alla misura di isolamento per i prossimi 14 giorni. Lo scuolabus della Linea 2 è già stato igienizzato e sanificato. Ringrazio i dirigenti scolastici per la costante collaborazione e confido nella disponibilità dei genitori che, con le proprie segnalazioni, ci consentiranno di intervenire con efficacia e di applicare in tempi rapidi tutte le misure di sicurezza e prevenzione per evitare l’ulteriore diffusione del contagio”, così l’assessore all’Istruzione Giusy Molinari.

The post Lodi. Primaria Pascoli, sospeso trasporto scolastico in seguito a un caso positivo al Covid-19 appeared first on .

]]>