Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Lodinotizie.it Comunicati.net - Comunicati pubblicati - Lodinotizie.it Sun, 16 May 2021 05:21:24 +0200 Zend_Feed_Writer 1.12.20 (http://framework.zend.com) http://comunicati.netwww.comunicati.net/utenti/12098/1 Pieve Fissiraga. Arrestato componente organizzazione di spaccio di Roma Thu, 29 Apr 2021 14:15:36 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706430.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706430.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Pieve Fissiraga: 27 apr 2021. Arrestato su ordine di custodia cautelare in carcere un componente dell’organizzazione dello spaccio di stupefacenti del quartiere di Tor Bella Monaca di Roma.

I Carabinieri di Sant’Angelo Lodigiano, nella mattinata del 27 aprile hanno proceduto all’arresto in esecuzione di un ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall’Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari  presso il Tribunale di Roma su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, di un 32 enne L.D.P.W. residente in Rocca di Papa (Roma).

Il giovane è stato raggiunto dal  provvedimento cautelare all’interno di una comunità di recupero per tossicodipendenti di Pieve Fissiraga, dove aveva intrapreso un percorso di recupero.

Le accuse a suo carico sono quelle di aver preso parte ad un’associazione a delinquere, strutturata in modo piramidale, che gestiva lo spaccio di stupefacenti nel quartier di Tor Bella Monaca in Roma, nella “piazza di spaccio” di Via dell’Archeologia. L.D.P.W. contribuiva in modo permanente al sostentamento dell’organizzazione con il compito fisso dello spaccio al minuto dello stupefacente con veri e propri “turni di lavoro”  giornalieri e con l’attribuzione di compiti specifici. All’interno dell’organizzazione si progrediva per meriti e capacità.

Il giro d’affari della piazza di spaccio è stato stimato in 600.000 euro mensili e nel corso delle attività investigative sono stati documentati centinaia di episodi di spaccio e sottoposti a sequestro 14,5 kg di stupefacente nonché  un immobile, due attività commerciali, quattro autovetture di lusso, orologi Rolex  e 60.000 euro circa in contanti.

L’arrestato è stato condotto in carcere a Lodi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L'articolo Pieve Fissiraga. Arrestato componente organizzazione di spaccio di Roma proviene da Lodi Notizie.

]]>
Regione. FDI: presentata mozione contro coprifuoco, maggioranza voti compatta Tue, 27 Apr 2021 18:36:59 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706486.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706486.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it “Mentre a Roma Fratelli d’Italia ha presentato un ordine del giorno contro il coprifuoco, in discussione oggi alla Camera, anche in Regione Lombardia abbiamo voluto rafforzare la posizione del nostro leader, che per noi è di massima importanza.

Il Gruppo di Fratelli d’Italia ha quindi depositato stamani una mozione per impegnare ‘la Giunta a porre in essere ogni azione necessaria con il Governo ai fini dell’abolizione del coprifuoco’.

Ancora oggi il Governo non pone la prospettiva dell’abolizione di questa misura restrittiva non supportata da dati scientifici e fortemente lesiva dell’economia di interi settori e della libertà di tutti i cittadini. Anche il presidente Fontana ha dichiarato in queste ore che le Regioni avevano deciso per un allentamento e che anche lui era d’accordo.

Ci aspettiamo quindi che la maggioranza compatta voti la nostra mozione e che anche l’opposizione si renda conto che con il coprifuoco vengono messi in ginocchio interi settori economici, già duramente colpiti, come quelli della ristorazione e del turismo. Basti pensare che Grecia e Spagna sono già piene di prenotazioni per i prossimi mesi, mentre l’Italia rischia di rimanere al palo a causa di restrizioni come il coprifuoco, che favoriscono destinazioni internazionali dove non esiste la privazione data dal coprifuoco .”

Lo dichiara il Gruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale: il presidente Franco Lucente e i consiglieri Barbara Mazzali, Federico Romani e Patrizia Baffi.

L'articolo Regione. FDI: presentata mozione contro coprifuoco, maggioranza voti compatta proviene da Lodi Notizie.

]]>
Ritrovato senza vita il 70enne scomparso da Montanaso Tue, 27 Apr 2021 11:12:04 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706434.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706434.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it

E’ stato ritrovato ieri sera a Galgagnano, nelle vicinanze di una cascina, il copro senza vita di un uomo. Si tratta del 70enne Mario Dragoni, che da domenica pomeriggio non aveva fatto più rientro a casa.

(Immagine di repertorio)

L'articolo Ritrovato senza vita il 70enne scomparso da Montanaso proviene da Lodi Notizie.

]]>
Controlli dei Carabinieri, sanzionate 12 persone per violazione norme anti contagio Mon, 26 Apr 2021 19:19:05 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706439.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706439.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Controlli dei Carabinieri nel week end – L’attività ha consentito di setacciare, con il fiuto infallibile dei cani dell’unità cinofila i parchi lodigiani “Margherita Hack” ed i giardini “Barbarossa”, nonché il “Parco Verde”, a Montanaso Lombardo a ridosso della “Madonnina” e nei diversi parchi di Sant’Angelo Lodigiano. Sono stati identificati numerosi avventori, molti di origine straniera, con la segnalazione in Prefettura di tre giovani 23enni, italiani, trovati in possesso di hashish e marjiuana, destinate all’uso personale. Durante questi controlli i militari della Sezione Radiomobile, sono stati impegnati in posti di blocco, durante i quali sono stati denunciate le seguenti persone:

• E.F. 25enne di Lodi, italiana controllata in Lodi, alla guida dell’autovettura di proprietà e risultata positiva all’accertamento etilometrico, con tasso pari a 0.98 g/l, vedendosi conseguentemente la patente di guida ritirata e l’autovettura affidata ad idonea persona.

Per guida di veicolo con potenza superiore a quella consentita: M.L., 21enne di Sant’Angelo Lodigiano, marocchino, neopatentato, controllato a Sant’Angelo Lodigiano alla guida di una autovettura avente potenza superiore a quella consentita per chi abbia conseguito la patente da meno di tre anni. L’autovettura è stata affidata ad idonea persona, mentre la patente di guida ritirata.

Per evasione dagli arresti domiciliari: F.T., 26enne di Boffalora, ove è ristretto ai domiciliari, senza essere stato rinvenuto durante il controllo dei Carabinieri. Lo stesso è stato denunciato con la richiesta di revoca del beneficio accordatogli dei domiciliari, con ripristino della misura in carcere.

I Carabinieri della Stazione di Lodi Vecchio, hanno denunciato per guida sotto l’effetto di stupefacenti: F.B.32enne di Lodi Vecchio, controllato in via Roma, alla guida dell’autovettura di proprietà risultando privo di patente di guida perché revocata, nonché con evidenti sintomi relativi ad una recente assunzione stupefacenti, rifiutandosi di sottoporsi agli accertamenti sanitari.

Nel complesso sono state elevate 12 sanzioni amministrative per le violazioni delle norme anti-covid, verificate 30 autovetture, identificati 55 soggetti, contestando 4 infrazioni al C.D.S..          

La presenza sul territorio dei carabinieri continuerà, anche nelle prossime settimane, con particolare attenzione agli spazi frequentati dai giovani.

L'articolo Controlli dei Carabinieri, sanzionate 12 persone per violazione norme anti contagio proviene da Lodi Notizie.

]]>
Avviate le ricerche di Mario Dragoni, scomparso ieri da Montanaso Mon, 26 Apr 2021 12:27:55 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706444.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706444.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Montanaso Lombardo – Sono in corso da ieri sera le ricerche del Sig. Mario Dragoni, che si è allontanato da casa nel pomeriggio alle 15.00 senza fare ritorno. Chi avesse informazioni utili è pregato di contattare gli uffici comunali di Montanaso Lombardo (tel. 03714868200 – 03714868206). Dragoni è alto circa 1.60 e al momento della scomparsa indossava una camicia in pile e un paio di jeans. Anche i vigili del fuoco stanno cercando l’uomo, con l’aiuto dell’unità cinofila.

L'articolo Avviate le ricerche di Mario Dragoni, scomparso ieri da Montanaso proviene da Lodi Notizie.

]]>
Fontana: ufficiale Lombardia da lunedì in zona gialla Fri, 23 Apr 2021 15:25:29 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706489.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706489.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it “È ufficiale, da lunedì la Lombardia è in fascia gialla”. Lo afferma il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana. “Me lo ha appena comunicato il ministro della Salute Roberto Speranza. Conferma che aspettavamo visto che i dati, grazie all’impegno di tutti, sono in miglioramento da giorni. Sono convinto – ha concluso Fontana – che sapremo non disperdere questa opportunità”.

L'articolo Fontana: ufficiale Lombardia da lunedì in zona gialla proviene da Lodi Notizie.

]]>
Lettere – Patrizia Baffi (FdI): “Decisione sofferta ma doverosa: ho deciso di denunciare” Thu, 22 Apr 2021 16:02:30 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706501.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706501.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Non avrei mai pensato di arrivare a questo punto e non è una decisione per quanto mi riguarda banale. Mi sono già trovata in una situazione simile in passato, messa alla gogna da insulti di ogni genere, ma allora avevo preferito sorvolare, passare oltre, senza dare ulteriore peso a quei comportamenti odiosi. Oggi ho deciso invece di sporgere denuncia rispetto ad alcune minacce e insulti disgustosi che ho ricevuto pubblicamente e privatamente sui social network. E’ stata una decisione sofferta, ma doverosa: decisivi sono stati i messaggi di incoraggiamento di tante donne, indipendentemente dal colore politico, che mi hanno convinta. Messaggi che condivido, nei quali proprio le donne mi dicono che non ci si può sempre girare dall’altra parte, che non possiamo accettare che tutto questo sia sempre giudicato normale. La mia denuncia formale nasce esattamente da questa volontà. E se non lo facessi sentirei venire meno un dovere verso tante, troppe donne e persone che sono tutti i giorni obiettivo di tanta cattiveria”.

Patrizia Baffi
Consigliera Regionale FDI

L'articolo Lettere – Patrizia Baffi (FdI): “Decisione sofferta ma doverosa: ho deciso di denunciare” proviene da Lodi Notizie.

]]>
Lombardia, assessore Rolfi: lezioni scolastiche all’aperto Thu, 22 Apr 2021 15:06:44 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706530.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706530.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Milano, 22 apr – La Giunta regionale della Lombardia ha approvato, su proposta dell’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi, la norma che prevede la possibilità per gli istituti di ogni ordine e grado di svolgere lezioni nelle fattorie didattiche del territorio regionale.

“Le fattorie didattiche – ha dichiarato Rolfi – sono strutture con grandi spazi all’aperto, da sfruttare soprattutto in questa stagione. Vogliamo dare ai ragazzi l’opportunità di seguire le lezioni stando a contatto con la natura e con gli animali”.

La norma prevede che le fattorie didattiche della Lombardia possano, compatibilmente con le disposizioni nazionali e regionali volte a contrastare la diffusione del virus, mettere a disposizioni i propri spazi al fine di supportare l’attività scolastica. Tale facoltà deve essere esercitata previ accordi con l’istituto scolastico regionale e sempre nel rispetto delle normative di sicurezza.

Il provvedimento approvato dalla Giunta sarà discusso in Commissione la prossima settimana. “L’esperienza in una fattoria didattica – ha sottolineato l’assessore – è un’occasione anche per educare i ragazzi al consumo consapevole e al rispetto dell’ambiente. Credo sia interessante anche per i giovani vedere l’origine dei prodotti agroalimentari. È fondamentale creare un rapporto sempre più stretto tra agricoltura e società. La pandemia ha fatto capire quanto il settore primario sia essenziale”.

“Con questo provvedimento – ha concluso l’assessore Rolfi – prosegue la valorizzazione dell’azienda agricola lombarda come azienda multifunzionale, in grado non solo di produrre cibo ma offrire anche esperienze e diventare luogo di formazione e crescita”.

Le ‘fattorie didattiche’ in Lombardia sono 170, così suddivise per provincia: Bergamo: 38; Brescia: 22; Como: 7; Cremona: 12; Lecco: 6; Lodi: 10; Mantova: 7; Milano: 26; Monza e Brianza: 6; Pavia: 20; Sondrio: 4; Varese: 12.

L'articolo Lombardia, assessore Rolfi: lezioni scolastiche all’aperto proviene da Lodi Notizie.

]]>
Vaccini. Fontana a Codogno: “In Lombardia proseguiamo spediti” Wed, 21 Apr 2021 15:34:17 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706538.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706538.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it “Con l’accelerazione di ieri, circa 65.000 vaccini in un giorno, il sistema ha confermato di funzionare. E settimana prossima posizioneremo l’asticella verso l’alto”.

Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, oggi, al centro vaccinale di Codogno insieme all’assessore alla Protezione civile, Pietro Foroni.

Successivamente il governatore ha visitato anche il centro di Vigevano (Pavia).

“Sia a Codogno, sia a Vigevano – ha aggiunto il governatore – ho trovato strutture molto valide con personale efficiente, preparato e di un livello professionale all’altezza delle aspettative dei cittadini che arrivano per farsi vaccinare. A tutti loro va il ringraziamento della Regione Lombardia”.

Quello di Codogno è un hub vaccinale di massa: punto di riferimento per tutto il territorio della Bassa Lodigiana, con 10 postazioni di cui 6 già attive per una capacità vaccinale da 700 a oltre 900 somministrazioni giornaliere. Oggi a Codogno sono previsti circa 400 vaccini Pfizer e Astrazeneca. Dal 26 aprile arriveranno a 600 al giorno e, dal 3 maggio, fino a circa 900-1.000 al giorno.

“La situazione complessiva dei centri lodigiani – ha detto l’assessore Foroni a Codogno – rispecchia quella lombarda e questo significa che il piano originale funziona, calandosi nelle diverse realtà locali. È un’organizzazione mirata ad arrivare alla ‘piena funzionalità’, vale a dire a oltre 100.000 vaccinazioni al giorno, a livello lombardo. Quindi aspettiamo solo nuovi vaccini”. “Infine – ha concluso Foroni – desidero ancora una volta sottolineare quanto positivo sia il ruolo della Protezione civile che ha saputo catalizzare forze nuove e giovani. Numeri importanti per l’organizzazione che trovano importanti riscontri nel funzionamento dei centri vaccinali lombardi”.

L'articolo Vaccini. Fontana a Codogno: “In Lombardia proseguiamo spediti” proviene da Lodi Notizie.

]]>
E’ di Stefano Barilli il corpo ritrovato nel Po, gli inquirenti indagano sulla vicenda Wed, 21 Apr 2021 09:33:06 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706452.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706452.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it E’ proprio del 23enne di Piacenza, Stefano Barilli, il corpo senza vita ritrovato nelle acque del Po il 17 aprile in sponda Lodigiana, a Caselle Landi.

E’ quanto emerge dall’autopsia eseguita dall’istituto di Medicina Legale di Pavia. Il cadavere era privo di testa, a causa con molta probabilità dell’azione della corrente e dalle onde del fiume. Gli esami infatti non avrebbero rilevato segni di traumi o lesioni riconducibili ad un’aggressione. La madre del giovane, scomparso da casa lo scorso 8 febbraio, avrebbe riconosciuto il figlio attraverso alcune cicatrici. Il corpo sarà comunque sottoposto al test del DNA per ulteriori conferme.

Sono in corso le indagini per cercare di capire il motivo che abbia spinto il giovane a questo gesto. Gli inquirenti si stanno concentrando sul suo computer e in particolare sulla cronologia di navigazione, cercando anche un piccolo indizio che possa far chiarezza sulla vicenda.

Durante la trasmissione “Chi l’ha visto” la madre, Natascia Barilli, aveva dichiarato: “Non sono i comportamenti di chi ha deciso di togliersi la vita, ma di chi non vuole lasciarsi niente alle spalle. Penso che ci sia dietro un’organizzazione, una psico-setta“.

L'articolo E’ di Stefano Barilli il corpo ritrovato nel Po, gli inquirenti indagano sulla vicenda proviene da Lodi Notizie.

]]>
Qualità artigiana. Consiglio Regionale approva nuova Legge Tue, 20 Apr 2021 15:14:15 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706543.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706543.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Milano, 20 aprile. Approvato oggi dal Consiglio Regionale Lombardo il Progetto di Legge che introduce il riconoscimento “Qualità artigiana”. Un riconoscimento attribuito alle imprese dell’artigianato lombardo che operano garantendo la qualità dei prodotti. “Sul territorio lombardo – spiega il consigliere Selene Pravettoni, firmataria del provvedimento– sono presenti oltre 240mila imprese artigiane e sono oltre 71mila quelle operanti nei settori previsti dalla presente proposta di legge, cioè quello alimentare, manifatturiero e artistico. Nel lodigiano le imprese artigiane sono 5.120.

Grazie a questi numeri, il settore artigiano di Regione Lombardia risulta essere la realtà più articolata rispetto a qualsiasi altra esperienza del territorio nazionale.

La maestria artigianale lombarda è riconosciuta internazionalmente ed è un patrimonio immateriale della nostra Regione da tutelare e sostenere. Questo riconoscimento – prosegue Pravettoni– intende quindi sia valorizzare le eccellenze della nostra regione, sia accrescere il valore del brand regionale, avviando un circolo virtuoso tra imprese artigiane e Regione Lombardia. Inoltre, fornisce ai cittadini uno strumento utile per l’individuazione dei migliori prodotti regionali.  Tutto questo, considerando come principio fondamentale quello del lavoro artigiano svolto “a regola d’arte”, tramite una produzione aziendale di elevata qualità, in considerazione anche della tipologia e della qualità delle materie prime e dei processi di lavorazione, della qualità e peculiarità dei prodotti e della sostenibilità ambientale”.

“Il riconoscimento può essere attribuito sia al singolo prodotto artigiano che all’impresa artigiana, ha una durata temporale rinnovabile di 6 anni, al fine di garantire il costante impegno da parte dell’impresa a mantenere gli standard di eccellenza necessari e il monitoraggio da parte della Regione sull’effettivo valore del riconoscimento stesso.”.

“I criteri e i parametri per l’individuazione della “qualità artigiana” saranno sviluppati con la collaborazione delle Camere di Commercio e le associazioni di categoria maggiormente rappresentative a livello regionale, per rendere quanto più condiviso e partecipato tale progetto”.

“La legge, infine, prevede che la Regione promuova iniziative e interventi a favore delle imprese artigiane destinatarie del provvedimento. In particolare, per la trasmissione dell’attività di impresa artigiana tra generazioni, dell’associazionismo e della promozione della cultura d’impresa artigiana lombarda, per il consolidamento della competitività e posizionamento sul mercato delle imprese artigiane anche attraverso l’utilizzo dei canali di vendita elettronici, alla promozione e alla conservazione dei beni mobili e immobili destinati all’attività artigiana e alla conoscenza dei prodotti artigiani”.

L'articolo Qualità artigiana. Consiglio Regionale approva nuova Legge proviene da Lodi Notizie.

]]>
Baffi passa a FDI, le dichiarazioni di Sari e Invernizzi Mon, 19 Apr 2021 17:22:19 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706546.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706546.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Francesco Sari Coordinatore Fdi Codogno: “Conosco da tanti anni Patrizia Baffi, nei suoi confronti c’è massima stima per la persona e per l’impegno che ha sempre espresso per il territorio, indipendentemente dalla collocazione partitica. In questo senso, apprezzo da sempre il lavoro puntuale che ha portato avanti sia in consiglio comunale sia in Regione: un impegno concreto, il suo, su tematiche trasversali attraverso azioni assolutamente condivisibili. Come gruppo di Fratelli d’Italia di Codogno siamo onorati dell’avvicinamento di Patrizia, Fratelli d’Italia ha bisogno di persone come lei che interpretano la politica come servizio alla Comunità. Sarà una risorsa importante”.

Gianmario Invernizzi Segretario Provinciale Fdi: “Di Patrizia Baffi ammiro il grande impegno profuso in Regione, un impegno sempre orientato ai bisogni del nostro territorio. Per questo l’ho sempre definita una delle migliori espressioni politiche della provincia di Lodi, per il lavoro sul territorio, per la presenza, per la voglia di portare avanti istanze concrete della nostra provincia nelle Istituzioni regionali. Ta tempo auspicavo un avvicinamento di Patrizia a Fratelli d’Italia: sono convinto che in Fratelli d’Italia troverà un contesto umano e politico ideale in cui portare avanti la propria identità e il proprio impegno politico”.

L'articolo Baffi passa a FDI, le dichiarazioni di Sari e Invernizzi proviene da Lodi Notizie.

]]>
Pizzul (PD): «Passaggio di Baffi a FdI non sorprende, ma lascia perplessi» Mon, 19 Apr 2021 17:11:19 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706553.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706553.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it “Il passaggio di Patrizia Baffi, eletta nel 2018 in Consiglio regionale nelle liste del PD e poi transitata nel Gruppo Misto in quota Italia Viva, al gruppo consiliare di Fratelli d’Italia non sorprende, ma lascia perplessi. Nulla da dire sulle scelte personali, che sarà la diretta interessata a motivare e a sostenere sul proprio territorio, ma è paradossale che, mentre Fontana e la sua giunta sono sempre più deboli di fronte al giudizio dei lombardi, la sua maggioranza in Consiglio regionale acquisisca addirittura un nuovo elemento.

I rapporti numerici tra maggioranza e opposizione in Consiglio si fanno così ancora più sbilanciati e non credo che questo fotografi una realtà che vede la giunta Fontana in difficoltà nel fornire risposte credibili ai cittadini e in continuo calo di consensi. Non sarà certo un artificioso rafforzamento della maggioranza consiliare a far cambiare il giudizio dei lombardi sull’attuale amministrazione e su chi la sostiene.”
Lo dichiara il capogruppo del Pd in Regione Lombardia Fabio Pizzul in merito all’adesione della consigliera Patrizia Baffi a Fratelli d’Italia.

L'articolo Pizzul (PD): «Passaggio di Baffi a FdI non sorprende, ma lascia perplessi» proviene da Lodi Notizie.

]]>
Caselle Landi. Cadavere riaffiora dal Po, sarebbe il giovane Stefano Barilli Mon, 19 Apr 2021 09:43:57 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706459.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706459.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Intorno a mezzogiorno di sabato un cadavere è riaffiorato dale acque del Po nel territorio comunale di Caselle Landi. Sul posto, per il recupero della salma, sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Casalpusterlengo e del Comando di Cremona.

Il corpo, che si presentava decapitato, è stato individuato da un pescatore ad una decina di metri dalla riva. Si tratterebbe di Stefano Barilli, il 23enne di Piacenza scomparso lo scorso 8 febbraio. Per averne la certezza, la Procura di Lodi ha disposto, durante l’autopsia, che verrà eseguita oggi, anche il test di Dna.

Gli abiti trovati addosso al cadavere sono ritenuti compatibili con quelli che il giovane indossava al momento della scomparsa. Nella tasca dei pantaloni indossati c’era anche un biglietto con un messaggio in cui, come è stato spiegato dagli inquirenti, avrebbe preannunciato il gesto estremo.

La scomparsa di Barilli si era intrecciata con quella di Alessandro Venturelli, il 20enne di Sassuolo di cui si sono perse le tracce a dicembre dello scorso anno.

Le famiglie dei due giovani sono convinte che entrambi siano finiti in una sorta di psico-setta e i loro casi sono trattati anche nella trasmissione “Chi l’ha Visto?”

L'articolo Caselle Landi. Cadavere riaffiora dal Po, sarebbe il giovane Stefano Barilli proviene da Lodi Notizie.

]]>
Salerano su Lambro. I carabinieri arrestano un altro spacciatore Sat, 17 Apr 2021 09:46:26 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706472.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706472.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it I carabinieri di Lodi Vecchio hanno eseguito un arresto nel centro abitato di Salerano sul Lambro, in prossimità del “Central Park”. Qui, verso le 22.30 del 15 aprile, una pattuglia in servizio ha notato una Fiat 600 ferma a lato della strada con a bordo due soggetti, che alla loro vista hanno immediatamente assunto un atteggiamento irrequieto, facendo come per andarsene.

I militari hanno immediatamente fermato l’auto. È bastato questo ad insospettirli e motivarli a procedere seduta stante a perquisizione personale e veicolare, confortati anche dal fatto che uno dei due soggetti era una loro vecchia conoscenza, vale a dire, O.A.L., 28enne di origini marocchine, in Italia senza fissa dimora, gravato da numerosi precedenti di polizia e arrestato a settembre dell’anno scorso per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

L’altro uomo in sua compagnia, trovato alla guida del veicolo, è il figlio dell’intestataria, il 42enne G.M. nato a Milano, pure lui con precedenti di polizia. Addosso allo straniero sono stati trovati il classico bilancino elettronico di precisione, un cellulare destinato ai contatti con gli acquirenti, il necessario per confezionare le dosi e circa 500 euro in banconote di piccolo taglio, mentre sul tappetino del lato passeggero dove lui era seduto, i carabinieri hanno trovato due confezioni di cellophane, dove in una c’erano 9 grammi di cocaina e nell’altra 10 grammi di hashish, pronti ad essere smerciati.

Fra l’altro, a suggello dell’arresto e come ulteriore motivo di aggravamento della sua posizione contestata nella circostanza, approfondendo gli accertamenti si è scoperto che con uno dei numerosi alias affibbiati allo straniero, è risultato inottemperante alla misura cautelare del divieto di dimora nei comuni della provincia di Lodi, emessa il 3 settembre 2020 dal Tribunale di Lodi. Come di consueto, poi, lo stupefacente e il materiale rinvenuto sono stati posti in sequestro in attesa del deposito all’ufficio corpi di reato, mentre il denaro è stato depositato su di un libretto postale fruttifero.

O.A.L. invece, dopo la notte trascorsa nella camera di sicurezza di questo Comando Provinciale, al termine dell’udienza di convalida, è stato sottoposto all’obbligo giornaliero di presentazione alla P.G., in questo caso ai carabinieri di Melegnano, avendo dichiarato di dimorare a Carpiano.

L'articolo Salerano su Lambro. I carabinieri arrestano un altro spacciatore proviene da Lodi Notizie.

]]>
Regione, Protezione Famiglia: Dal 14 aprile via alle richieste per ottenere il contributo Thu, 15 Apr 2021 17:23:48 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706559.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706559.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Lodi, 9 aprile. “Dal 14 aprile alle ore 10.00 e fino al 21 aprile ore 12.00 anche le famiglie lodigiane potranno fare richiesta per ottenere un contributo da Regione Lombardia per far fronte ai forti disagi economici causati dal perdurare dell’emergenza sanitaria”. Lo annuncia il consigliere della Lega Selene Pravettoni intervento a proposito della misura con cui la Regione sostiene le famiglie in difficoltà economica. “Le domande – prosegue Pravettoni- potranno essere presentate esclusivamente online attraverso il sistema informativo Bandi On Line raggiungibile all’indirizzo www.bandi.regione.lombardia.it digitando Protezione famiglia”.
“Le famiglie potranno ottenere un contributo di 500 euro una tantum a fondo perduto fino ad esaurimento delle risorse disponibili che ammontano a 32,4 Milioni di Euro, di cui 4,4 milioni di euro per applicazione del Fattore Famiglia Lombardo, che consente di garantire un importo aggiuntivo al contributo concesso, se in famiglia sono presenti elementi come il mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale, l’anzianità di residenza in Regione Lombardia, numero dei figli, persone disabili, donne in gravidanza e anziani a carico. Per poter accedere al contributo bisogna essere residenti in Lombardia, essere genitore di almeno un minore di 18 anni a carico, avere un ISEE 2021 minore o uguale a 30.000,00 euro; aver avuto una riduzione dell’attività lavorativa dimostrabile legata all’emergenza Covid.
“La giunta, nella persona dell’assessore Locatelli,- conclude Pravettoni–  dimostra ancora una volta una grande attenzione verso le famiglie che hanno dovuto affrontare, oltre alle sfide legate al covid, anche quelle  legate all’organizzazione familiare di bambini e ragazzi in didattica a distanza, con pochi e tardivi congedi parentali, talvolta aggravati anche dalla difficoltà nell’accesso alla rete internet, che nei paesi più piccoli è purtroppo ancora poco efficiente”.

L'articolo Regione, Protezione Famiglia: Dal 14 aprile via alle richieste per ottenere il contributo proviene da Lodi Notizie.

]]>
S.Angelo, 3 minorenni denunciati per furto, truffa e ricettazione Thu, 15 Apr 2021 17:15:21 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706481.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706481.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it In certi casi è sempre valido il detto “l’età non conta”, specialmente se i protagonisti sono minori degli anni 18 e che, come nel caso di specie, a dispetto dell’età hanno dimostrato un’evidente attitudine a delinquere. Questo è ciò che hanno constatato i carabinieri di Sant’Angelo Lodigiano quando si sono trovati ad indagare su un furto di una moto, nato da una vendita on line.

Per ben comprendere l’intera vicenda, alquanto contorta per il numero degli attori protagonisti e per lo sviluppo che ha avuto nel tempo, occorre però procedere con ordine. Il tutto, infatti, ha origine ad inizio mese di gennaio 2021, quando un 34enne della provincia di Como, posta su un sito internet specializzato la recensione per pubblicizzare la vendita della sua moto Yamaha da cross.

Dopo qualche giorno egli viene contattato da uno sconosciuto, che si scoprirà essere un 17enne di Casaletto Lodigiano, che si dice interessato all’acquisto. Il contatto avviene telefonicamente e nella circostanza il 17enne utilizza il cellulare di un suo coetaneo complice di Caselle Lurani.

In virtù di quel contatto, venditore e acquirente si ritrovano il 9 gennaio a San Zenone al Lambro, in agro adatto per effettuare il classico test propedeutico all’eventuale acquisto. Qui, però il minore di Casaletto Lodigiano, usa la moto con il pretesto del giro di prova e per poi sparire con la Yamaha. Questa moto rubata, nel frattempo verrà permutata, con la complicità di due coetanei di Caselle Lurani, con una Suzuki dalle identiche caratteristiche, di proprietà di un terzo soggetto ignaro della provenienza furtiva del motociclo, venendo di conseguenza anche lui truffato.

Ecco però il classico colpo di scena. L’8 aprile il 34enne proprietario della Yamaha rubata, navigando in rete scopre che la sua moto era in vendita in provincia di Como attraverso un’altra inserzione su un’area di commercio di una nota piattaforma di messaggistica. Questi, dicendosi interessato all’acquisto fissa l’appuntamento, presentandosi con i carabinieri di Lomazzo (CO), i quali recuperano il mezzo dall’ignaro detentore, vittima della permuta truffaldina.

I Carabinieri intervenuti ed i due soggetti frodati, sentiti nel merito, hanno permesso ai carabinieri di Sant’Angelo Lodigiano di ricostruire l’articolata dinamica degli eventi e, al termine di un mirato servizio di osservazione hanno rintracciato anche la moto Suzuki nella disponibilità di circostanza recuperata e restituita al legittimo proprietario. Ai carabinieri di Sant’Angelo Lodigiano non è restato altro da fare che affidare i tre minorenni ai genitori ed informare l’Autorità Giudiziaria minorile delle loro gesta, deferendoli per concorso in furto, truffa e ricettazione.       

L'articolo S.Angelo, 3 minorenni denunciati per furto, truffa e ricettazione proviene da Lodi Notizie.

]]>
Sottosegretario Pucciarelli: MBDA eccellenza italiana nel settore della Difesa. Thu, 15 Apr 2021 09:16:48 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706566.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/706566.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it “Nel corso della mia visita presso la vostra sede di Roma ho apprezzato la professionalità del vostro personale e l’importanza dei vostri progetti che fanno di questa azienda un’eccellenza italiana tra i leader mondiali nel settore della produzione di missili e sistemi missilistici, con specializzazione nei sistemi di batteria.” – ha detto il Sottosegretario alla Difesa, Stefania Pucciarelli nel corso di un incontro con l’Amministratore Delegato Lorenzo Mariani, presso la sede di MBDA.

“Gli investimenti nel settore Difesa rappresentano un’opportunità contemporaneamente strategica ed economica nell’ottica complessiva del sistema-Paese, oltre ad essere indispensabili a garanzia della sicurezza di tutti i cittadini possono infatti essere un volano determinante a supporto delle nostre aziende. Essenziale in questo quadro è il rapporto di sinergia tra le Forze Armate con le industrie Difesa, di cui anche questa realtà è limpida e fiera testimonianza. Un rapporto intrinseco che significa anche sviluppo e crescita dei distretti sul territorio, che si può tradurre non solo come utili ma anche come crescita di personale nel numero e nelle professionalità del settore.

In questo senso – aggiunge Pucciarelli – è certamente una buona notizia la conferma del potenziamento del vostro polo produttivo di La Spezia, grazie alla fornitura alla Marina Militare Italiana del nuovo Teseo Evolved Weapon System, denominato Teseo Mk2/E ed alle nuove commesse che porteranno ad interventi di riqualificazione delle infrastrutture e un incremento occupazionale con il 17% di nuovi posti di lavoro, che si tradurrà a breve nell’assunzione di circa 40 nuovi dipendenti. Capacità produttiva che alla Spezia non si concentrerà solo sul navale, quindi sul Teseo, ma che sarà rivolto anche al settore aeronautico e ad altri vettori aprendo ad un mercato internazionale di grande interesse.

Ciò che si esporta è un valore aggiunto per l’Italia e rafforza l’immagine già solida delle nostre eccellenze produttive in questo settore strategico. Rinnovo a Lei e a tutti i dipendenti di questa prestigiosa azienda il mio ringraziamento.” – ha concluso il Sottosegretario Pucciarelli.

L'articolo Sottosegretario Pucciarelli: MBDA eccellenza italiana nel settore della Difesa. proviene da Lodi Notizie.

]]>
Lodi. Immigrazione clandestina: 74 indagati, 9 misure cautelari, 3 arrestati Tue, 30 Mar 2021 12:51:50 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/700070.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/700070.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Questa mattina la Questura di Lodi ha dato esecuzione a nove misure cautelari, personali e reali, emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari di Lodi al termine di una articolata attività d’indagine coordinata dalla locale Procura della Repubblica che ha visto indagate complessivamente 74 persone per reati connessi alle violazioni delle norme sull’immigrazione.

Nei confronti di tre soggetti ritenuti al vertice dell’associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina sono state applicate altresì misure cautelari personali. Per due di questi, cittadini egiziani regolari sul territorio nazionale è stata disposta la custodia cautelare in carcere.  (E.R di 39 anni, A.A. di 46 anni).

Una terza persona, una donna cittadina italiana (S.K. 47 anni, residente in provincia di Cremona), titolare di un centro elaborazione dati, è stata notificata la misura dell’interdizione dall’attività professionale.

Per gli altri sei complici dell’associazione per delinquere (tutti cittadini egiziani) è stato disposto il sequestro preventivo del denaro illecitamente percepito. 

Le indagini sono state avviate nell’anno 2018 in seguito di una segnalazione pervenuta al locale ufficio immigrazione da parte dell’I.N.P.S. di Lodi che accertava l’inesistenza di ditte edili intestate a cittadini egiziani alle dipendenze delle quali risultavano assunti connazionali, a cui venivano rilasciati impropriamente i relativi permessi di soggiorno.

Il gruppo criminale, previo compenso in denaro (circa 2000 euro) non si limitava a procurare, inscenando rapporti di lavoro fittizi con ditte edili, la documentazione relativa al rapporto di lavoro  necessaria al fine di istruire le pratiche per il rilascio del permesso di soggiorno ma, seguiva l’intero iter amministrativo assistendo lo straniero istante (utilizzando per le comunicazioni Questura-straniero le proprie utenze telefoniche)  anche con l’assistenza legale nel caso in cui vi fosse stato un diniego da parte degli Uffici Immigrazione.

L’attività investigativa ha consentito di intercettare i pagamenti effettuati dagli stranieri affidatisi al sodalizio criminale, che avvenivano in parte attraverso circuiti money transfer dalla Francia, ed in parte in denaro contante nel momento in cui occorreva saldare l’importo pattuito al ritiro del permesso di soggiorno.

Si è potuto accertare che la maggior parte dei cittadini stranieri che si sono rivolti alla compagine criminale al fine di ottenere l’indebito rilascio del titolo di soggiorno, erano fittiziamente domiciliati nella provincia di Lodi, ma di fatto stanziati in Francia dove fornivano manovalanza nell’edilizia.

The post Lodi. Immigrazione clandestina: 74 indagati, 9 misure cautelari, 3 arrestati appeared first on Lodi Notizie Online.

]]>
Lodi. Immigrazione clandestina: 74 indagati, 9 misure cautelari, 3 arrestati Tue, 30 Mar 2021 12:51:50 +0200 http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/700119.html http://comunicati.netwww.comunicati.net/comunicati/istituzioni/comuni/lombardia/700119.html Lodinotizie.it Lodinotizie.it Questa mattina la Questura di Lodi ha dato esecuzione a nove misure cautelari, personali e reali, emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari di Lodi al termine di una articolata attività d’indagine coordinata dalla locale Procura della Repubblica che ha visto indagate complessivamente 74 persone per reati connessi alle violazioni delle norme sull’immigrazione.

Nei confronti di tre soggetti ritenuti al vertice dell’associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina sono state applicate altresì misure cautelari personali. Per due di questi, cittadini egiziani regolari sul territorio nazionale è stata disposta la custodia cautelare in carcere.  (E.R di 39 anni, A.A. di 46 anni).

Una terza persona, una donna cittadina italiana (S.K. 47 anni, residente in provincia di Cremona), titolare di un centro elaborazione dati, è stata notificata la misura dell’interdizione dall’attività professionale.

Per gli altri sei complici dell’associazione per delinquere (tutti cittadini egiziani) è stato disposto il sequestro preventivo del denaro illecitamente percepito. 

Le indagini sono state avviate nell’anno 2018 in seguito di una segnalazione pervenuta al locale ufficio immigrazione da parte dell’I.N.P.S. di Lodi che accertava l’inesistenza di ditte edili intestate a cittadini egiziani alle dipendenze delle quali risultavano assunti connazionali, a cui venivano rilasciati impropriamente i relativi permessi di soggiorno.

Il gruppo criminale, previo compenso in denaro (circa 2000 euro) non si limitava a procurare, inscenando rapporti di lavoro fittizi con ditte edili, la documentazione relativa al rapporto di lavoro  necessaria al fine di istruire le pratiche per il rilascio del permesso di soggiorno ma, seguiva l’intero iter amministrativo assistendo lo straniero istante (utilizzando per le comunicazioni Questura-straniero le proprie utenze telefoniche)  anche con l’assistenza legale nel caso in cui vi fosse stato un diniego da parte degli Uffici Immigrazione.

L’attività investigativa ha consentito di intercettare i pagamenti effettuati dagli stranieri affidatisi al sodalizio criminale, che avvenivano in parte attraverso circuiti money transfer dalla Francia, ed in parte in denaro contante nel momento in cui occorreva saldare l’importo pattuito al ritiro del permesso di soggiorno.

Si è potuto accertare che la maggior parte dei cittadini stranieri che si sono rivolti alla compagine criminale al fine di ottenere l’indebito rilascio del titolo di soggiorno, erano fittiziamente domiciliati nella provincia di Lodi, ma di fatto stanziati in Francia dove fornivano manovalanza nell’edilizia.

The post Lodi. Immigrazione clandestina: 74 indagati, 9 misure cautelari, 3 arrestati appeared first on Lodi Notizie Online.

]]>